domenica 22 luglio 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Acli Terra: “Comparto agricolo zavorrato da scelte amministrative del passato”

scritto da Redazione
Acli Terra: “Comparto agricolo zavorrato da scelte amministrative del passato”

Il comparto agricolo pontino è bloccato. Questo il dato emerso dalla relazione del presidente provinciale di Acli Terra Nicola Tavoletta, presentata nel corso della riunione del coordinamento provinciale riunitosi in previsione del secondo congresso provinciale che si svolgerà a Latina il prossimo 16 novembre.

“Mentre in altri comuni c’è una crescita, anche qualitativa, oltre che quantitativa del comparto rurale, a Latina c’è una situazione complicata che attanaglia la ruralità e i suoi operatori – ha spiegato Tavoletta -. L’estensione territoriale di Latina, ottima per le caratteristiche rurali, oltre a essere svantaggiata per la classificazione in relazione ai contributi, soffre delle scelte urbanistiche e ambientali che la zavorrano. Per Acli Terra l’area comunale di Latina deve immediatamente uscire dagli equivoci urbanistici che mettono in difficoltà gli operatori quotidianamente, sia nei nuovi progetti, che nei recuperi strutturali – ha tuonato il presidente provinciale -. Purtroppo le scelte amministrative incompiute hanno precluso anche la libera iniziativa degli operatori privati. Tante aree sono condizionate o lo sono state da progetti, probabilmente validi in passato, ma che non hanno più attualità”.

Tanti gli esempi messi sul tavolo: “Paghiamo le vicende intermodale, metro, Latina Ambiente, e altre, che pur avendo avuto logiche, non hanno avuto concretezza. Come contribuenti e come operatori della libera iniziativa economica le storiche e le potenziali imprese rurali del capoluogo soffrono a causa di queste scelte. Una visione rurale di Latina, come era alle origini, avrebbe anticipato la fase post industriale che invece la classe amministrativa locale non ha saputo interpretare. Ora ci vuole una alleanza sociale per il cambiamento, partendo dalle questioni irrisolte del passato, che condizionano la Latina rurale da dieci anni”.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+