domenica 17 Ottobre 2021,

Eventi

Ξ Commenta la notizia

scritto da Redazione

Dal primo al 7 agosto il 35° Festival del Folklore Città di Fondi

Protagonisti il gruppo Mariachi Romtitlan” di Veracruz e l’Italia con “I Trillanti” di Alatri. Eventi in tre location

Anfiteatro, Largo Elio Toaff e cortile della Giudea: quest’anno triplice location per il 35° Festival Internazionale del Folklore “Città di Fondi”, la più longeva delle manifestazioni fondane, che si terrà dal primo al sette agosto.

Protagonisti dell’attesa sette giorni saranno il Messico, con il gruppo Mariachi Romtitlan” di Veracruz e l’Italia, con “I Trillanti” di Alatri e il gruppo folk “Città di Fondi”.

Quella inaugurativa sarà dunque una grande parata bianca, rossa e verde che, come ogni anno, inonderà Piazza De Gasperi di tradizioni popolari, integrazione, musiche, danze, folklore e allegria.

Dopo il taglio del nastro, in programma domenica primo agosto alle ore 21.00 all’anfiteatro, l’attenzione si sposterà in Largo Elio Toaff dove si terrà la prima edizione della rievocazione storica dedicata alle professioni di un tempo “Antichi mestieri… antichi sapori”. Non solo artigianato, come suggerisce il nome, ma anche una degustazione di prodotti tipici della tradizione locale.

Il centro storico farà quindi un balzo indietro nel tempo con lavorazioni al telaio, preparazione di formaggi, pettola e fagioli, dolci e ciuvarèj, panificazione, lavorazione di legno e cesti vimini e molto altro. A creare l’atmosfera giusta, il fascino senza tempo dei vicoli del centro storico, i palazzi del quartiere ebraico medievale della città, noto per essere uno dei meglio conservato d’Europa, e il cambio di valuta che consentirà agli avventori di comprare con monete d’epoca.

Nell’ambito della manifestazione si terrà, inoltre, la 5^ Conferenza Culturale dedicata, quest’anno, all’abito femminile a Fondi e dintorni tra il 1700 e il 1900. Nel corso dell’incontro saranno illustrati i più recenti studi sull’abbigliamento di corte e popolare dell’epoca. A relazionare sull’argomento saranno due grandi esperti del settore: il dottor Francesco Pannozzo e il Maestro Paolo De Lellis.

Non solo teoria ma anche pratica: dal 2 al 7 agosto sarà infatti possibile ammirare alcuni di questi straordinari abiti nei locali della Giudea.

«L’estate fondana non può essere chiamata tale senza il “Festival del Folklore” – commentano il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e l’assessore alla Cultura e al Turismo Vincenzo Carnevale – quest’evento, molto sentito dall’intera città ormai da generazioni, promuove valori preziosi per la crescita della comunità come l’integrazione e lo scambio culturale tra popoli di tutto il mondo. Non solo, questo longevo evento contribuisce a valorizzare e custodire il ricchissimo patrimonio di tradizioni locali con conferenze e rievocazioni di grande spessore storico».

Il Festival gode del patrocinio di Lazio Crea, Regione Lazio e Comune di Fondi e si svolge sotto l’egida del CIOFF – il comitato internazionale degli organizzatori dei festival del folklore e delle arti tradizionali fondato nel 1987 – e dell’UNESCO.

_______________________________________________________________________________________________________
Il sindaco consegna un riconoscimento simbolico alla poetessa fondana Sara D’Aniello

La giovane ha vinto diversi premi tra cui il concorso “Poésie en liberté 2021” con un componimento intitolato “Alzheimer”

Il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e l’assessore alla Cultura Vincenzo Carnevale hanno incontrato questa mattina Sara D’Aniello, classe 2000 e una grande passione per la poesia.

A inizio del mese di luglio la giovane poetessa fondana si è infatti distinta in Francia vincendo il primo premio nella categoria “Studenti stranieri nel Mondo” nell’ambito del concorso “Poésie en liberté 2021”, indetto nella città di Parigi, patrocinato dal governo d’otralpe e famoso al livello internazionale.

Sara D’Aniello ha conquistato una giuria composta da docenti e professionisti dell’editoria con la poesia “Alzheimer”, scelta tra 4600 testi partecipanti.

La sua vittoria è stata motivo di orgoglio, oltre che per la Città di Fondi, anche per l’Università “Bocconi” di Milano che ha offerto agli studenti iscritti, tra cui la vincitrice che frequenta il corso di laurea in “Economia e management per arte, cultura e comunicazione”, l’opportunità di partecipare alla competizione poetica.

La stessa, invitata dal primo cittadino in Comune per la consegna di un riconoscimento simbolico, ha raccontato l’origine della sua passione nonché la genesi delle poesie premiate.

«Ho iniziato a scrivere racconti per bambini quando ero molto piccola – ha esordito – sin dai primi testi mi sono resa conto di quanto fosse importante per me condensare ciò che volevo esprimere in poche parole pregne di significato. Poi, studiando Montale alle superiori, ho mosso i primi passi nel mondo della poesia e, da allora, ho iniziato a trasformare le emozioni e i sentimenti in versi».

La particolarità di Sara D’Aniello è quella di traslitterare, non le sue emozioni, ma quelle di coloro che la circondano e in particolare delle fasce più fragili della popolazione. Ecco che tra anafore, iperboli e rime baciate prendono forma il desiderio di integrazione di un ragazzo con disabilità, le emozioni fugaci e sfuggenti di chi soffre di Alzheimer, la caducità della vita di una farfalla, la fragilità umana e, naturalmente, l’amore.

Alla capacità di empatizzare, dunque, segue un momento di ispirazione che quasi sempre coincide con l’alba o il tramonto e si trasforma in una nuova poesia.

Queste parole hanno profondamente colpito il sindaco di Fondi che, visibilmente emozionato, ha consegnato al “giovane talento fondano, che si è distinto nel campo della poesia” un riconoscimento simbolico.

Oltre ad aver vinto diversi premi tra i quali i concorsi nazionali “Convivium in Honorem” e “Versi in Abbazia”, ad aver ricevuto un encomio d’onore dal Comune di Cefalù e ad aver pubblicato la raccolta di poesie “Effetti Collaterali” con la prefazione di Alessandro Quasimodo, Sara d’Aniello ha avuto anche l’onore di vedere incisi i suoi versi in un monumento dedicato alla poesia nella bellissima e suggestiva piazzetta della lettura “L’infinito” di Monte San Biagio.
_________________________________________________________________________________________________________
Tradizioni e valori di un tempo: lunedì la premiazione delle attività più longeve del centro storico

Riconoscimenti simbolici anche per le farmacie in qualità di punti di riferimento per la comunità durante la pandemia

Sono da generazioni un punto di riferimento per le famiglie del posto e custodiscono le tradizioni della città a tal punto da essere diventate un simbolo di fondanità: sono solo alcune delle motivazioni che hanno portato l’amministrazione comunale e la Confcommercio a premiare le attività più longeve del centro storico.

Il bar, la latteria, il calzolaio, la tabaccheria ma anche l’edicola, la bottega di alimentari o l’oreficeria: tutti i punti vendita della parte più antica della città di Fondi, con almeno 40 anni di attività, il prossimo lunedì riceveranno un riconoscimento simbolico.

«Si tratta di un piccolo gesto – spiegano il sindaco Beniamino Maschietto e l’assessore alle Attività Produttive Stefania Stravato – per tenere vive le tradizioni locali e ringraziare chi, nonostante la globalizzazione, la grande distribuzione, gli e-commerce e le trasformazioni del settore, continua a custodire e preservare le antiche usanze della città con professionalità, dedizione, cura per i particolari e grande umanità nel servire, da quasi mezzo secolo, il cliente».

La cerimonia si terrà lunedì 2 agosto, alle 18:30, nella Sala Conferenze del Castello Caetani. L’iniziativa è organizzata dall’assessorato alle Attività Produttive del Comune di Fondi, Confcommercio Fondi e Radio Antenna Musica nella persona di Lorenzo Nallo.

Un attestato di merito civile, inquadrato nell’ambito dell’iniziativa come un premio speciale, sarà inoltre riservato alle farmacie per il prezioso ruolo svolto durante la pandemia e per essere state tanto a lungo un punto di riferimento collettivo.

«La cerimonia di lunedì – aggiunge l’assessore alle Attività Produttive Stefania Stravato – è dedicata al centro storico ma sarà soltanto la prima di una serie in quanto l’intenzione è quella di assegnare riconoscimenti speciali anche alle attività del litorale e delle periferie che si sono distinte per operosità, resilienza, capacità e impegno in un momento particolarmente difficile a causa della crisi pandemica. Ringrazio il presidente di Confcommercio Fondi Vincenzo Di Lucia per aver supportato l’amministrazione nell’organizzazione di questa prima iniziativa che darà il via ad un ciclo di premiazioni dedicate alle attività commerciali e produttive, colonne portanti dell’economia cittadina».

I commenti non sono chiusi.

Facebook